SI PUO' CAMBIARE UN KARMA? In evidenza

Scritto da: Venerdì, 12 Aprile 2019 18:13
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono passati mesi intensi, per certi versi fagocitanti. Tutto impegnava nell’esteriorità, una corsa frenetica per certi versi inconcludente, senza approdi. Nulla che facesse stare bene dentro. Così è stato Francesco a venirmi a cercare a lanciare un sassolino nel mio stagno. Le onde concentriche che si sono formate, trovate le sponde del vuoto, sono ritornate verso quell’unico centro che sono.

 

-         Francesco, ho una domanda per te! Sì può cambiare un Karma?

 

Francesco sorride, gioisce del nostro nuovo incontro, sul suo volto nessuna traccia della benché minima preoccupazione. La dolcezza nelle sue parole emana il profumo di un amore senza fine.

 

-         Francesco, non stai parlando, eppure riesco a sentire le tue parole, spiegami?

 

Francesco lascia cadere dalle sue mani petali di rosa che sembrano formarsi dal nulla.

Karma-690x430

 

-        

Questa è la sorgente, da qui tutto nasce, qui tutto ritorna. Così anche le parole, possono essere scomposte fino al silenzio. Da qui nascono, qui ritornano. Il Karma, amico mio, fratello mio, ha lo stesso movimento. Si compone attraverso onde per poi tornare al nulla. Entri in una dimensione dove edifichi con il pensiero, dove crei dalla pura energia del nulla e in quel nulla tutto ritornerà all’armonia di ciò che è.

 

-      Parlare di karma è forse un argomento troppo impegnativo ma tu Francesco, sai rendere semplice ciò che non lo è e che molte persone vorrebbero comprendere.

-        

Fratello mio, scioglierò per te ciò che mi chiedi. Ascolta! Il karma è movimento, è il sassolino che getti e che crea le onde. Ferma le tue mani, non gettare più nulla. Ferma il tuo pensiero non creare più nulla, lascia che il movimento si fermi, come un pendolo all’ultimo rintocco. L’ultimo secondo sarà la fine dell’illusione che hai creato, il karma che hai sciolto.

 

La domanda che mi hai posto coglie un aspetto fondamentale di questa dimensione ovvero il cambiamento. Non puoi lottare, sarebbe inutile. Non affannarti, vivresti solo di apparenze. Puoi però decidere di vivere il tuo cambiamento. Ciò che cambi dentro muta eternamente anche fuori. La manifestazione è consequenziale.

 

-          Francesco, tempo fa mi donasti Ebano un unguento per l’anima, che ancora in questa dimensione non è nato.

-        

Fratello mio nella tua dimensione tocchi livelli di energia che richiedono la comprensione di movimenti sottili, onde di luce che sollecitano riequilibri in manifestazioni di pensiero. Se ti senti pronto procedi, invoca e io benedirò. Il fuoco di Ebano è vivo sotto la lava più dura, sotto gli strati più taglienti. Accoglierlo è una bella sfida, per te e per molte anime che percepiscono questo fuoco sacro. Bruciare il karma è sinonimo di cambiamento. Cambi dentro di te ciò che hai compreso e su cui hai portato pace. Lì il movimento si ferma, lì la creazione è perfetta e ciò che percepisci nella perfezione tu lo chiami pono. L’Ho’opono è la perfezione divina, l’ho’oponopono è la consapevolezza di chi crea nella percezione di questa sua intima perfezione.

 

Non ho più domande per Francesco, un dolce abbraccio di gioia con la sua energia e infinita gratitudine.

Letto 107 volte Ultima modifica il Venerdì, 12 Aprile 2019 06:28

Altro in questa categoria:

Devi effettuare il login per inviare commenti

Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Nessun dato verrà storicizzato in essi.

  Clicca su accetta per proseguire.