A SCUOLA DI HO-OPONOPONO - 18 LEZIONE: GUARIRE L’ANIMA

Ciao Nicola, a causa dello stress per la vicenda del mio ex marito ho accusato problemi psicofisici come la pressione alta fino a quando giovedì sono finita dal dottore con 190/110, pur prendendo la pastiglia dal 2002 per la pressione. Inoltre sto forse entrando in menopausa e il ciclo da due mesi era diminuito anche di durata di giorni oltre che di flusso (sei sposato e quindi ti parlò come se fossi tua moglie, una figlia, una sorella o un amica ). Invece con questa vicenda sono quindici giorni che non si ferma. So che tutto è correlato. Ho provato con ho'oponopono, le affermazioni positive su di me e tanto altro. Poi mi fa male il braccio sinistro e il petto. Ma siccome soffro anche di ernia iatale spesso sono finita all’ ospedale perché dà sintomi simili all’infarto. Stasera la pressione era 158/ 91 ho dovuto prendere mezzo diuretico. Ho sempre questo fastidio al braccio e sul lato sinistro del corpo giocano anche i nervi. Mi puoi parlare dei dodici passi o puoi darmi consigli per calmarmi. Io pratico molto auto trattamento e reiki. Non nascondo che sono preoccupata perché anche quando soffrivo di ansia e panico il petto e il braccio mi facevano male. I nervi sono bastardi e danno molti sintomi fisici, ma è anche vero che in famiglia ho uno storico di familiari che hanno problemi di cuore. Io continuo a pulire e a bere acqua solarizzata. Cerco di tenermi calma e di prendere le cose che mi hanno detto. Al ventisette ho una visita cardiologica. Mi sono fermata quattro giorni. Il cinque dovevo fare il pap test programmato come prevenzione ma è il secondo perché vogliono indagare di più. Insomma c’è il sospetto di papilloma virus. Ma per il momento non posso farlo finché ho il ciclo e non smette.

GUARIRE

Cara amica, i controlli medici sono molto importanti, così come lo è anche fare una visita accurata, da un medico naturopata e iridologo. Le cure naturali ti aiuteranno a riprendenti nel modo migliore. Seguendo i giusti consigli starai di nuovo bene. Tu stessa descrivi una situazione molto delicata, dove i vissuti umani hanno particolarmente segnato la tua bambina interiore. L’Ho-oponopono pulisce ricordi dolorosi e drammi umani, ma soprattutto lavora sul perdono. Finché dentro di noi non ci sentiamo in pace, il mondo fuori viene percepito come immerso nel caos e nella sofferenza. Tu l’hai realizzato, così mi chiedi consigli per calmarti e vorresti conoscere i dodici passi. Così vediamo di fare assieme un passo alla volta. Una delle difficoltà maggiori per chi approccia l’Ho’oponopono è riconoscere che la fuori non esiste nessuno, l’altro sono io. E’ troppo dura da ammettere che i grandi drammi di cui siamo protagonisti siano stati scritti e sceneggiati da noi, preferiamo rigettare la responsabilità sugli altri. Quando ci capita qualcosa è facile uscire da quel senso di colpa soffocante e dire non è colpa mia è stato lui o lei. L’Ho’oponopono insegna che non esiste colpa. Il concetto di responsabilità viene riformulato come abilità nel rispondere a ciò che porta la vita, o sarebbe meglio dire, alle nostre creazioni aberrate di pensieri, parole e azioni. Così ripetere il meraviglioso mantra, creato molto verosimilmente da Joe Vitale, mi dispiace, ti prego perdonami, ti amo, grazie, realizza una meravigliosa alchimia interiore. Accade qualcosa di eccezionale. Comincio ad accorgermi che quando apro gli occhi non vedo altre persone, ma solo riflessi di me stesso che mi disturbano e non accetto, proprio perché rappresentano ferite della mia anima, sulle quali non ho ancora spalmato il balsamo della guarigione. Ma il primo passo è fatto, e la ripetizione incessante del mantra apre i miei occhi. Comincio ad essere responsabile, a rispondere con abilità a quello che ho creato e a trasmutarlo, per grazia divina, in un’energia di pace e di amore che rivolgo a me stesso. Oltre al mantra, la preghiera compie miracoli di guarigione per l’anima, la meditazione porta silenzio nel mio spazio interiore, lì dove incontro Dio e parlo con lui. Ci sono poi meravigliosi esercizi di respirazione che sostengono tutto il percorso di guarigione dell’anima. Così arriviamo ai 12 passi. Quelli di Morrnah Simeona vengono insegnati nei corsi del SITH® (Self I-dentity trought Ho’oponopono), in internet troverai tutti i riferimenti che cerchi. I 12 passi dell’Ho’oponopono Cristiano® li trovi nel mio libro Ho’oponopono Cristiano un solo insegnamento l’amore oppure li puoi apprendere frequentando uno dei miei seminari gratuiti. La chiave di svolta resta il perdono, sapersi amare, sapersi perdonare fino a giungere alla comprensione suprema che non abbiamo proprio nulla da perdonarci e che tutto è perfetto. Ma questo è uno degli ultimi passi e prima di raggiungerlo ci sono tutti gli altri da fare. Diventare Amore, essere Amore… che meraviglioso cammino verso Dio. Grazie.

Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Nessun dato verrà storicizzato in essi.

  Clicca su accetta per proseguire.