A SCUOLA DI HO-OPONOPONO – 23 LEZIONE: UNA NUOVA MADRE 


Buongiorno Nicola, desidero chiederti perché quando recito il mantra dell'amore piango? Sai, ho iniziato a leggere il tuo libro HO’OPONOPONO IL MANTRA DELL’AMORE è bellissimo e dalle poche pagine che ho letto sento che mi trasmettono pace, armonia, amore. Grazie infinitamente, grazie dal profondo del mio cuore. Ieri ho meditato su come pulire i rapporti con la madre. Ho visto per un attimo una bimba tra le braccia di una donna, quella donna era mia madre, quella madre che mi ha abbandonato! Di questo ho sofferto molto e sento che ha influito tanto sulla mia vita. E da tempo che penso a lei con tenerezza e compassione e ne sono contenta, perché il rancore e l'amarezza erano memorie che pregiudicavano il mio amore per lei. Sono mamma di due splendidi ragazzi che non vedo da anni. Prima incolpavo le circostanze, ora ne ho preso consapevolezza e responsabilità e prego per ripulirmi da tanta spazzatura accumulata. Scusa il mio sfogo e sempre grazie per il contributo che eserciti per la mia crescita. Grazie, ti amo.

mamma3

Cara amica, ti commuovi e piangi recitando il mantra perché da molto tempo non sentivi più la forza di quell’amore che nutre e dà un senso alla vita. Mi sono sentito fiero delle tue parole quando hai affermato: “Prima incolpavo le circostanze ora ne ho preso consapevolezza e responsabilità e prego per ripulirmi da tanta spazzatura accumulata”. E’ questo che fa scendere le lacrime, sentire che tutto l’Universo è amore, sentire che tutto ci riempie di amore e vivere la nostra pulizia momento per momento, attimo dopo attimo.

E’ straordinario quello che è accaduto dentro di te: hai saputo perdonare tua madre e perdonarti. I nostri genitori anche quando sbagliano fanno sempre il meglio per noi e noi come genitori, anche quando sbagliamo, facciamo sempre il meglio per noi stessi e per i nostri figli. E’ questo quello che conta! Osservare la meta, sapere dove si sta andando e voler continuare in quella direzione. Questo è quello che tu stai facendo. Sono sicuro che la vita ti restituirà i tuoi figli! Quando smetti di accusare, di dire che non è giusto, che non doveva andare così, è il momento nel quale l’intero Universo s’inchina alla tua Divinità Creatrice: “Ecco questi sono i tuoi figli, nessuno potrà portarteli via. Che l’amore accompagni sempre la tua vita, ti amo, grazie”.

Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Nessun dato verrà storicizzato in essi.

  Clicca su accetta per proseguire.